en_GBit_IT

Lucumonia di Volterra

Lukus Voltaterrae – Velathri

Volterra entra a far parte della Dodecapoli Etrusca dalla seconda metà del VI secolo ac. Raggiunge il suo massimo splendore quando le città di Veio, Tarquinia e Cerveteri iniziarono a decadere a causa della loro vicinanza con Roma. La città ebbe un grande sviluppo grazie allo sfruttamento delle miniere di rame e di argento e per l’estrazione dell’alabastro. Nel III sec. a.C. entrò a far parte del territorio di Roma senza particolari conflitti, anzi mantenne sempre dei buoni rapporti con il nascente Impero, tranne che durante la guerra civile tra Mario e Silla. Volterra si schierò con Mario accogliendo all’interno delle sue mura il suo esercito; Silla diresse personalmente l’assedio alla città fino a che cedette, subì un devastante saccheggio, i suoi abitanti furono privati del diritto di cittadinanza e il territorio fu dichiarato pubblico. Cicerone prese le difese della famiglia dei Caecinae o Cecina, potente famiglia Volterrana che riuscì a ritornare in possesso delle terre e restaurare un breve periodo di benessere.
La città fu successivamente conquistata dai Galli fino alla sua decadenza.
Etruscan Corner Carta Geografica Lucumonia Volterra

Commenti Facebook

commenti

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla Newsletter Etruscan Corner

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Etruscan Corner, riceverai notifiche sugli utimi articoli piubblicati più tutte le nostre offerte.

Grazie per esserti iscritto!