en_GBit_IT

Lucumonia di Roselle

Lukus Rusellae

Nei pressi di Grosseto, nel punto di passaggio tra la valle dell’Ombrone e la Maremma grossetana, troviamo i resti di Rosellae, Rusul in etrusco. Fondata nel VII secolo a.C., sulle sponde del Lacus Prilius (oggi praticamente scomparso), Rosellae godeva di una favorevole posizione geografica che permetteva una naturale difesa e il controllo del bacino del fiume Ombrone. Inoltre, l’ampio entroterra era molto fertile e particolarmente adatto alla coltivazione. Si sviluppò a danno delle lucumonie vicine, in particolare Vetulonia, diventando una città-stato della Dodecapoli Etrusca. Secondo Dionigi di Alicarnasso Rosellae, insieme a Chiusi, Arezzo, Volterra e Vetulonia si schierò nella guerra contro Tarquinio Prisco, originario di Tarquinia e quinto re di Roma (dal 616 al 579 a.C.). Nel 293 a.C. fu definitivamente conquistata dai romani. Divenne prima municipio romano e successivamente colonia. Nella tarda età imperiale, per Rosellae iniziò un periodo di decadenza come per tutte le altre città romane. Conserva una sovrapposizione di edifici e mura appartenenti alle civiltà villanoviana, etrusca e poi romana. La scoperta di vasi attici a figure rosse testimonia i contatti commerciali della città con la Grecia e le colonie greche dell’Italia meridionale. Vi è un’antica necropoli etrusca del VII-VI secolo a.C. composta da tombe a camera e a tumulo.

Etruscan Corner Carta Geografica Lucumonia Roselle

Commenti Facebook

commenti

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla Newsletter Etruscan Corner

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Etruscan Corner, riceverai notifiche sugli utimi articoli piubblicati più tutte le nostre offerte.

Grazie per esserti iscritto!