en_GBit_IT

Ciò che impegna gli archeologi e gli antropologi è l’esplosione della civiltà che ha portato l’uomo ad una prodigiosa evoluzione in pochissimo tempo.
L’ominide che per milioni di anni ha seguito gli schemi di vita del Paleolitico (2,5 milioni di anni fa), impara l’agricoltura e l’allevamento degli animali (10.000 anni fa). Negli scavi riguardanti gli strati che si riferiscono al Paleolitico, infatti, troviamo solo oggetti rudimentali in pietra poi, improvvisamente, ecco resti di città dagli edifici meravigliosi, oggetti sofisticati, manufatti di metallo fuso. Scopriamo che l’ominide in poco tempo si è trasformato in architetto, ingegnere idraulico, abile artigiano.
Tutte le culture narrano di divinità venute dal cielo, accompagnate da rombi di tuono e fiamme: i nostri creatori scendono sulla Terra per renderla abitabile ed insegnare alla razza umana tecniche e strumenti per sfruttare le risorse naturali. L’ominide assiste al più grande cambiamento nella Storia dell’Umanità. Per questo tutte le culture ricordano lo stesso avvenimento sottoforma di leggende e miti.
Dalle Tavole Brahminiche, ai Testi Cuneiformi di Ur, alla Bibbia con Isaia troviamo la descrizione della discesa degli dei su carri di fuoco che portano all’uomo la conoscenza ma anche regole e leggi (Mosè). Un altro importante avvenimento, che troviamo descritto da tutte le civiltà è il Diluvio Universale.
Nel corso dei secoli, ogni popolo si è autonomamente trasformato sviluppando forme di cultura che sembrano originali ma se studiate più approfonditamente ci mostrano una matrice comune.
In Conoscenze Arcaiche vogliamo indagare su miti, riti, leggende che accomunano le grandi civiltà dell’uomo perché la Storia dell’Umanità è molto più complessa di quella che ci insegnano a scuola.

Conoscenze Arcaiche

Articoli Pubblicati

Ripetizione della Cosmogonia

Ripetizione della Cosmogonia

Ripetizione della Cosmogonia. Ogni città di ogni civiltà diventa il Centro del Mondo dove si congiungono il Cielo e la Terra. Qualsiasi rituale si sviluppa non solo in uno spazio consacrato, distinto dallo spazio profano, ma anche in un tempo sacro (in illo tempore, ab origine) cioè quando il rituale è stato compiuto per la prima volta da un dio, un eroe, un antenato…

Read more
Claudio gli Etruschi e Tyrrenika

Claudio gli Etruschi e Tyrrenika

“Tutto era nello stesso stato del giorno in cui era stato murato l’ingresso, e l’antica Etruria ci apparve come al tempo del suo splendore. Sui letti funebri guerrieri in completa armatura parevano riposarsi dalle battaglie combattute contro i romani ed i galli. Per alcuni minuti vedemmo forme, vesti, stoffa, colori: poi, entrata l’aria esterna nella cripta dove le nostre fiaccole tremolanti minacciavano di spegnersi, tutto svanì. Fu come lo scongiuro del passato, il quale era durato lo spazio di un sogno e poi sparito, quasi a punirci della nostra sacrilega curiosità”…

Read more
Cosmogonia Etrusca

Cosmogonia Etrusca

Molti studiosi sono concordi nell’affermare che popolazioni distanti anche geograficamente tra loro abbiano caratteristiche comuni, sia nella concezione della Cosmogonia, della Religione, della visione del Sacro e della struttura del Pantheon, ovvero dell’insieme degli dèi e dei personaggi mitologici venerati da un popolo.
È anche accertato che molti dèi hanno in comune caratteristiche e storie che li vedono protagonisti.
Per quanto riguarda la Cosmogonia il tema comune è il passaggio dal caos al cosmo, dal virtuale all’attuale, dal pre-essere simboleggiato dalle acque primordiali al centro del quale è il creatore…

Read more
Riti Etruschi di Sepoltura

Riti Etruschi di Sepoltura

La morte per gli Etruschi non era considerata come la fine della vita. La morte era un passaggio verso un altro mondo, un altro Regno: il Regno dei Morti. Durante il viaggio attraverso i due mondi il defunto era accompagnato da divinità infernali: Charun che separava l’anima del defunto dal corpo con un colpo di martello, la dea Vanth (che scortava le anime illuminando il passaggio con una torcia), il dio Tuchulcha e gli spiriti di antichi eroi. I riti che accompagnavano il defunto verso il Regno dei Morti iniziavano coinvolgendo la casa e la famiglia la cui attività sociale rimaneva sospesa fino alla definitiva sepoltura; la casa, invece, era contrassegnata all’esterno da una frasca di cipresso che simboleggia l’immortalità e la tranquillità…

Read more
Libri Etruschi Aruspicini

Libri Etruschi Aruspicini

I Libri Etruschi Aruspicini riguardavano la divinazione per mezzo dell’osservazione dei Fulmini e delle viscere degli animali. Già nel 3000 a.C. i Babilonesi praticavano questa divinazione ispezionando le interiora di capi di bestiame, per lo più caprini con particolari caratteristiche. Il fegato era considerato il luogo d’origine del sangue e, pertanto, della vita stessa. I sacerdoti, chiamati a bārû, rivolgevano l’indagine, oltre al fegato, anche ai lobi, alla cistifellea, all’appendice, alla dimensione e alla dislocazione degli organi…

Read more
Libri Etruschi Fulgurales

Libri Etruschi Fulgurales

Questi libri regolavano la vita sociale, politica e religiosa degli Etruschi. I libri furono tradotti in latino nel I sec. a.C. da Tarquinio Prisco (Tarquitani Libri) e ripresi da Cicerone (De Divinatione) dove In accordo con i principi filosofici dello Scetticismo egli attacca ogni aspetto riguardante gli oracoli, l’astrologia e l’aruspicina, contestandone la serietà, l’attendibilità ma ne giustifica la pratica in quanto necessaria al mantenimento degli equilibri interni dello Stato e alla salvaguardia delle tradizioni…

Read more
Acqua e gli Etruschi

Acqua e gli Etruschi

4.67/5 (6)   Acqua e gli Etruschi   Dalla terra si genera l’acqua, dall’acqua l’anima… È fiume, è mare, è lago, stagno, ghiaccio e ogni altra cosa… è dolce, salata, salmastra, è luogo presso cui ci si ferma e su cui si viaggia è piacere e paura,... Read more

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla Newsletter Etruscan Corner

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Etruscan Corner, riceverai notifiche sugli utimi articoli piubblicati più tutte le nostre offerte.

Grazie per esserti iscritto!