en_GBit_IT
4.75/5 (4)
Origini dell'Uomo Il Magico e Il Sacro Etruscan Corner

Origini dell’Uomo Il Magico e Il Sacro

La Natura che dà la vita è rappresentata dalla Dea Madre.
La più famosa figurazione è quella della Venere di Dolní Věstonice, una statuetta in ceramica, ritraente una donna nuda, datata tra i 29.000 e 25.000 anni fa. È il più antico manufatto in ceramica conosciuto al mondo, realizzato in argilla mista a ceneri di ossa animali e cotta ad una temperatura relativamente bassa.

Nello stesso sito in Moldavia, è stata rinvenuta un’altra rappresentazione della Dea Madre detta Venere Geometrica, incisa su una zanna di mammut e datata 30.000 anni fa. Lo sconosciuto artista ha realizzato la figura femminile in modo stilizzato, con linee parallele che formano grandi seni, ventre e natiche prominenti; la testa triangolare rivela una specie di acconciatura. Da rilevare la simmetria della figura e la sua costruzione fatta da elementi semplici come triangoli, ovali, crocette, linee a spina di pesce.

Verso la fine della Preistoria, un altro evento planetario ebbe un effetto: la progressiva migrazione dei popoli indoeuropei in Europa e India e di quelli semiti nel Vicino e Medio Oriente e in Nord Africa.

Origini dell'Uomo Il Magico e Il Sacro Venere di Dolní Vestonice Etruscan Corner

Venere di Dolní Vestonice
Origini dell’Uomo Il Magico e Il Sacro

Origini dell'Uomo Il Magico e Il Sacro Donna Geometrica Zanna di Predmost Etruscan Corner

Donna Geometrica Zanna di Predmost
Origini dell’Uomo Il Magico e Il Sacro

Nello stesso sito in Moldavia, è stata rinvenuta un’altra rappresentazione della Dea Madre detta Venere Geometrica, incisa su una zanna di mammut e datata 30.000 anni fa. Lo sconosciuto artista ha realizzato la figura femminile in modo stilizzato, con linee parallele che formano grandi seni, ventre e natiche prominenti; la testa triangolare rivela una specie di acconciatura. Da rilevare la simmetria della figura e la sua costruzione fatta da elementi semplici come triangoli, ovali, crocette, linee a spina di pesce.

Verso la fine della Preistoria, un altro evento planetario ebbe un effetto: la progressiva migrazione dei popoli indoeuropei in Europa e India e di quelli semiti nel Vicino e Medio Oriente e in Nord Africa.
Si trattò di migrazioni epocali, avvenute a partire dalla tarda Età della Pietra e sino all”Età del Bronzo.
Vi sono varie ipotesi sulle origini territoriali del popolo indoeuropeo, tra cui quella che partirono dall’odierna Russia, negli Urali, per poi spostarsi a sud verso l’India, e a ovest, verso l’Europa.
Caratteristica comune dei Popoli Indoeuropei (così come dei semiti) fu la loro unità linguistica e l’organizzazione sociale di tipo patriarcale, a cui era associato un sistema mitico-religioso centrato sulla figura del dio-padre. Si trattava di popoli pastori, semi-nomadi, abili nell’uso del cavallo e della metallurgia, guerrieri, che nel loro percorso migratorio incontrarono popoli preesistenti a prevalente organizzazione matriarcale, anche nel senso religioso, in quanto adoratori della Dea Madre.

Le originarie popolazioni furono progressivamente sottomesse e i popoli semiti imposero culti patriarcali (e monoteisti, nel caso degli Ebrei) nel Medio e Vicino Oriente e in Africa settentrionale.

Così il Dio-Padre sottrasse lo scettro divino alla Dea-Madre.
Non si trattò di una sostituzione benevola: il mito ci riporta ampiamente quanto cruento dovette essere quel cambiamento epocale, e quanto forte fu la resistenza a sottomettersi, se non sul piano militare, almeno su quello culturale. Infatti, tutte le culture euro-mediterranee ci raccontano la cacciata della dea-madre dal trono celeste, ad opera di un dio padre molto agguerrito.

Origini dell'Uomo Il Magico e Il Sacro Apollo uccide il Pitone figlio di Gea Etruscan Corner

Apollo uccide il Pitone figlio di Gea
Origini dell’Uomo Il Magico e Il Sacro

Al culto della Dea-Madre era legata l’immagine-archetipo del Serpente (o del Drago) e in molti miti si racconta la sconfitta del serpente, come nella vittoria di San Giorgio contro il Drago. Nel mito greco, Apollo sconfigge Pitone (figlio di Gea) e si impossessa dei suoi poteri e consacra a sé l’Oracolo di Delfi, prima dedicato al culto di Gea.

Anche la biblica cacciata di Eva e del serpente dal Paradiso Terrestre ad opera del Dio padre ha molti richiami simbolici con la sconfitta della Dea Madre.

Da questa epocale e cruenta commistione di divinità maschili e femminili, si è forgiato il nostro immaginario mitologico, la nostra cultura, che pone le sue origini dall’età del bronzo quando si stabilì il modello sociale che dette poi vita alla cultura greco-romana.

(fine parte terza)

Articolo 1

Articolo 2

Articolo 3

Articolo 4

Etruscan Corner

Il progetto Etruscan Corner nasce nel 2015 da un’idea di Simona Daya Rivelli, si concretizza grazie alle competenze di Giacomo Mignani, si perfeziona con il lavoro artistico di Livia ed Elena Mignani e con la redazione curata da Francesca Marchi. Un lavoro di squadra che durante il suo percorso ha accolto e favorevolmente gradito la collaborazione di diversi appassionati dell’Etruria e della cultura di questi luoghi
Avatar

Latest posts by Etruscan Corner (see all)

Esprimi la Tua valutazione

Commenti Facebook

commenti

Pin It on Pinterest

Share This
Iscriviti alla Newsletter Etruscan Corner

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Etruscan Corner, riceverai notifiche sugli utimi articoli piubblicati più tutte le nostre offerte.

Grazie per esserti iscritto!