en_GBit_IT
Origine della Metallurgia

Origine della Metallurgia negli Antichi Racconti

Nel 1773 l’archeologo scozzese James Bruce ritornò dall’ Abissinia con la versione completa, tuttora l’unica esistente, di tutti i 108 capitoli di un libro considerato blasfemo dai cristiani, il famoso Libro di Enoch.
Considerato un apocrifo dell’Antico Testamento, non è incluso nella Bibbia Ebraica, nè nella Bibbia in greco e neppure della Bibbia cristiana.
Parti del Libro di Enoch raccontano di 18 angeli perfetti e di cui elenca i nomi; questi angeli non sono descritti come ci ha insegnato la religione cattolica, esseri beati, dolci e pieni di amore, ma Guerrieri Guardiani che avrebbero insegnato ai terrestri l’arte del combattere con spade, coltelli, scudi e corazze. Insegnando per di più la Metallurgia che è, appunto, la disciplina che riguarda lo studio dei metalli.
Ma non solo. Secondo il Libro di Enoch, questi esseri definiti angeli, hanno insegnato a l’uomo le arti della magia, la guerra, la medicina magica (medicinali e allucinogeni), la divinazione, l’astrologia, l’astronomia, le fasi lunari, e allo stesso modo, hanno anche insegnato all’uomo di quei tempi a ingannare.
Enoch, antenato di Noè, fa un racconto che nella Bibbia, per qualche ragione a noi sconosciuta, è stato censurato.
Il fatto che questi angeli o esseri venuti da lontano, abbiano dato la tecnologia agli umani per permettere loro di evolversi, anche se in realtà sia stata utilizzata per distruggersi uno con l’altro, si presta ad una interpretazione diversa di quello che è stato il progresso e la civilizzazione.

Esiste un enorme vuoto nella narrazione della storia dell’umanità; è noto che gli archeologi continuano a arretrare l’inizio della civiltà grazie ad una rilettura delle testimonianze, liberati da quei vincoli accademici che non sempre hanno portato alla verità.

Origine della Metallurgia negli Antichi Racconti

Il mistero è questo: l’uomo si ritrova a vivere circondato da un’enorme riserva di materie prime.

Nel caso dei metalli, come ha potuto capire che esistevano delle pratiche per rompere i legami che li tengono uniti ad altri elementi, ridurli allo stato elementare, creare leghe? Un caso? Ma non vi sembra che tutta la storia sia costellata da troppa casualità?

Il caso è la risposta per tutto ciò che non riusciamo a spiegare. O forse non vogliamo spiegare perché le risposte sarebbero ritenute troppo fantastiche?

È una curiosità legittima: ancora non sappiamo in che modo l’uomo si sia accorto dell’esistenza dei metalli, della loro utilità pratica e quali conseguenze avrebbero avuto nella vita e nella sua civiltà.

Anche la Genesi nell’Antico Testamento ci offre uno spunto circa l’inizio della conoscenza della metallurgia ma non il modo:

Zillah moglie di Lamech figlio di Caino, partorì Tubal-Càin, il fabbro, padre di quanti lavorano il rame e il ferro, l’artefice di ogni sorta di strumenti di bronzo e di ferro. La sorella di Tubal-Càin fu Naama. Dunque Tubal-Càin era nipote di Caino. (Genesi 4:22)

Tubal-Càin ci viene presentato come un fabbro con una provata maestria nella lavorazione dei metalli, il primo chimico e un abile costruttore di armi da guerra.

T.C. Mitchell nell’opera New Bible Dictionary (1962), propone quanto segue:

“Egli scoprì la possibilità di fucinatura del ferro meteorico.”

Il rabbino Rashi Salomone Isaccide (1040 –1105), uno dei più famosi commentatori medievali della Bibbia annota che egli avrebbe ” ridefinito il mestiere di Caino facendo armi per assassini.”

Nella tradizione alchemica, Caino era un Qayin, un maestro artigiano dei metalli, un fabbro che lavora il metallo, o meglio fabbro forgiatore di spade. Tale abilità o “mestiere” era stato tramandato ai suoi discendenti dunque a Tubal- Càin.
Dunque il nome che gli viene attribuito nella Genesi, come per molti altri personaggi biblici, è un appellativo che ne descrive una abilità.

Omero fa risalire al Dio Vulcano il merito di aver insegnato all’uomo l’arte di lavorare i metalli. Il mito in epoca più tarda si popola di altre divinità, come i Dattili Idei, servitori della Grande Madre degli Dei, maghi, fabbri, inventori del fuoco, del ferro, del bronzo, della metallurgia, nonché della musica.

Passeggiate Etruscan Corner

I Sentieri della Dea

I Sentieri della Dea Etruscan Corner

Eventi in Programmazione

Dalle Sorgenti della Nova al Morranaccio

Passeggiata dalle Sorgenti della Nova al Morranaccio
24 Aprile 2016 ore 9:30 Farnese (VT)
Guarda il Calendario degli Eventi

Poggio Rota e Grotta delle Settecannelle

Passeggiata Poggio Rota e Grotta delle Settecannelle
8 Maggio 2016 ore 9:30 Farnese (VT)
Guarda il Calendario degli Eventi

Etruscan Corner

Il progetto Etruscan Corner nasce nel 2015 da un’idea di Simona Daya Rivelli, si concretizza grazie alle competenze di Giacomo Mignani, si perfeziona con il lavoro artistico di Livia ed Elena Mignani e con la redazione curata da Francesca Marchi. Un lavoro di squadra che durante il suo percorso ha accolto e favorevolmente gradito la collaborazione di diversi appassionati dell’Etruria e della cultura di questi luoghi
Avatar

Latest posts by Etruscan Corner (see all)

Esprimi la Tua valutazione

Commenti Facebook

commenti

Pin It on Pinterest

Share This
Iscriviti alla Newsletter Etruscan Corner

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Etruscan Corner, riceverai notifiche sugli utimi articoli piubblicati più tutte le nostre offerte.

Grazie per esserti iscritto!