en_GBit_IT
5/5 (1)
Etruscan Corner Metallurgia Etrusca Rame Ferro Bronzo Oro

Etruscan Corner Metallurgia Etrusca Rame Ferro Bronzo Oro

Parte 1

È in verità impressionante il constatare che, per due volte nel VII secolo a.C. e nel XV d.C., pressoché la stessa regione dell’Italia centrale, l’Etruria antica, sia stata il focolaio determinante della civiltà Italiana. (Jacques Heurgon, Vita quotidiana degli etruschi, 1967, p. 23.)

Il Dr. Semir Osmangich, antropologo e fondatore del Parco Archeologico Bosniaco, dichiara che è giunto il momento di condividere liberamente la conoscenza, in modo che si possa capire e imparare dal nostro passato:

E’ tempo per noi di aprire le nostre menti alla vera natura della nostra origine. La nostra missione è quella di riallineare la scienza con la spiritualità, al fine di progredire come specie, e questo richiede un chiaro percorso di conoscenza condivisa.

Relegati nella categoria delle scienze occulte, quasi a voler negare la veridicità e la loro attendibilità, troviamo libri relativi alla storia non raccontata dell’umanità, che narrano vicende sconosciute e generalmente in contrasto con quanto insegnato sia dalla scienza accademica che dalle religioni.

Ecco che la creazione dell’uomo, la sua comparsa sulla Terra e le vicissitudini della sua esistenza assumono un altro sapore, un altro colore, un altro racconto. Queste conoscenze tenute volutamente nascoste dai “vincitori” e manipolate a loro uso e consumo ci instillano il dubbio che forse ciò che conosciamo sulla storia dell’umanità è parziale, sia nel significato di incompleto che nel significato di tendenzioso e quindi arbitrario.
Per gli amanti delle prove scientifiche, recenti scoperte archeologiche, in particolare alcune strutture monumentali, dimostrano che esistevano civiltà avanzate e ben organizzate oltre 29.000 anni fa. La cronologia tanto cara agli storici per ordinare e catalogare le vicende umane oggi è in parte messa in discussione.
L’Età dei Metalli così denominata per aver visto l’inizio dell’uso e della lavorazione dei metalli, è stata retrodatata: non più il 6000 a.C. ma addirittura oltre 10.000 anni prima di Cristo, come dimostrano oggetti in rame ritrovati in Iraq e in Kurdistan.

Il rame è ritenuto il primo metallo scoperto dall’Uomo che, grazie ad esso, travalica il confine tra Età della Pietra ed Età dei Metalli, appunto. È definito il metallo portatore di bene per le sue numerose proprietà terapeutiche, di cui la medicina naturale ne ammette l’azione antinfiammatoria e antisettica.

L’uomo ha sempre conosciuto l’energia terrestre ed è sempre stato in grado di utilizzarla sia per scopi magico-religiosi che pratici. Il Rame e le sue qualità quali duttilità, conducibilità elettrica e proprietà terapeutiche erano ben note fin dai tempi più remoti.
Al di là delle applicazioni di uso quotidiano come la fabbricazione di utensili e oggetti per l’impiego domestico (una padella di rame trovata in una tomba egizia) o di armi e coltelli (l’ascia dell’uomo di Similaun vissuto nel 3200 a.C. è in rame), altri sono stati gli utilizzi di questo metallo.
Il ritrovamento di uno strano oggetto ancora di difficile datazione, la ben nota Batteria di Baghdad dimostra come già migliaia di anni fa fosse conosciuta la principale caratteristica del rame, ovvero la capacità di condurre energia.
Gli studiosi hanno liquidato la Batteria di Baghdad come un “attrezzo” utilizzato per placcare d’oro oggetti di altro metallo; esperimenti successivi hanno dimostrato che se messe in serie, queste batterie riuscivano a convertire l’energia chimica in energia elettrica, utilizzata tipicamente come generatore di corrente.
Possiamo quindi affermare che l’energia elettrica fosse già conosciuta nell’antichità? Se così fosse, ecco che troverebbe una spiegazione ragionevole la costruzione di molti manufatti riportati alla luce, anche megalitici.

Questo non può che farci riflettere sul fatto che il cosiddetto uomo primitivo non fosse poi così come ci viene dipinto: un cavernicolo che non conosceva il linguaggio, assimilato agli animali dal comportamento istintivo, che praticava solo la legge della sopravvivenza più bruta.
Questo almeno per quanto riguarda la Storia europea: ciò non vuol dire che non ci fossero altre popolazioni nel mondo che conoscessero le proprietà e l’utilizzo dei metalli ben prima di queste date convenzionali.

Passeggiate Etruscan Corner

I Sentieri della Dea

I Sentieri della Dea Etruscan Corner

Eventi in Programmazione

Dalle Sorgenti della Nova al Morranaccio

Passeggiata dalle Sorgenti della Nova al Morranaccio
24 Aprile 2016 ore 9:30 Farnese (VT)
Guarda il Calendario degli Eventi

Poggio Rota e Grotta delle Settecannelle

Passeggiata Poggio Rota e Grotta delle Settecannelle
8 Maggio 2016 ore 9:30 Farnese (VT)
Guarda il Calendario degli Eventi

Etruscan Corner

Il progetto Etruscan Corner nasce nel 2015 da un’idea di Simona Daya Rivelli, si concretizza grazie alle competenze di Giacomo Mignani, si perfeziona con il lavoro artistico di Livia ed Elena Mignani e con la redazione curata da Francesca Marchi. Un lavoro di squadra che durante il suo percorso ha accolto e favorevolmente gradito la collaborazione di diversi appassionati dell’Etruria e della cultura di questi luoghi
Avatar

Latest posts by Etruscan Corner (see all)

Esprimi la Tua valutazione

Commenti Facebook

commenti

Pin It on Pinterest

Share This
Iscriviti alla Newsletter Etruscan Corner

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Etruscan Corner, riceverai notifiche sugli utimi articoli piubblicati più tutte le nostre offerte.

Grazie per esserti iscritto!